Torniamo in Accademia!

IchigoFinalmente su Mangaland arriva un po’ d’aria fresca nei panni di un nuovo progetto, e la lista dei progetti futuri si accorcia! La storia non è però nuova ai nostri lettori: oggi, infatti, inizia Aikatsu! Colorwide Comics di Banbi Shirayuki, che condivide storia e impostazione (capitoli brevi tutti a colori) con l’altro manga di Aikatsu su cui stiamo lavorando. Trovo, però, che i disegni della Shirayuki si adattino molto meglio al tipo di manga, per la freschezza dello stile, davvero molto carino.

Si può essere felici

AyumiSetsunaBuon pomeriggio, cari lettori! Per tutti i fan delle Pretty Cure, arriva oggi l’ottavo capitolo di Fresh Pretty Cure!. Per la gioia di tanti, continua l’approfondimento su Setsuna, che, dopo aver trovato la felicità, riesce infine ad ottenere anche una famiglia e a perdonarsi un po’ per quello che ha fatto in passato. Ah, certi capitoli sono proprio commoventi :(! La sottoscritta intanto sta fremendo di eccitazione, perché l’attesa per lo sbarco dei nuovi progetti si accorcia, e con Eli sto facendo certe luuuunghe chiacchierate sui piani per il futuro di questo sito… Aspettate e vedrete! Oh oh oh!

C’era una volta una strega

MargotCaricati i capitoli 25 e 26 di The Pale Horse, nei quali inizia a delinearsi la figura di Margot, la strega che, dodici anni prima dell’inizio della storia, con le sue azioni ha causato i maltrattamenti e la diffidenza nei confronti di Rose e sua madre Léa. Il ritratto tracciato da Choo Hae-yoon presenta una donna sì crudele, ma soprattutto indecisa, sola e fragile, tormentata dalla sua natura. Personalmente avrei preferito una rappresentazione più cruda, malvagia e senza scrupoli, come mi aspettavo leggendo le opinioni dei personaggi su Margot nel corso della serie. Tra tanti antagonisti riforniti di punti deboli e tristi scenari passati, che ne spiegano le azioni in modo che il lettore/spettatore simpatizzi per loro, una nemica malvagia solo per il puro desiderio di esserlo mi sarebbe sembrata più innovativa.

Rinascere

PassionLa storyline di Setsuna è una delle più belle di tutta la saga di Pretty Cure: racconta il percorso di una ragazza fragile e infelice che, quando impara a conoscere la felicità, se la vede strappare via, ma riesce a rinascere e a cambiare, e a fare i conti con il passato. La sfida è davvero difficile e, per questo, è il tipo di persona che mi sento di ammirare e comprendere. In questo capitolo 7 di Fresh Pretty Cure!, la sua storia raggiunge l’apice e ci fa commuovere. Buona lettura a tutti!

Sui manga già tradotti da altri gruppi

Tra le cose da tener conto quando ci suggerite un manga, c’è scritto: se è già stato fatto da un altro gruppo italiano, molto probabilmente lo scarteremo. O, almeno, era scritto fino ad oggi.
Ora le cose sono cambiate. Ma partiamo dall’inizio e andiamo con ordine.
La mia decisione di fare solo manga mai approdati in Italia in alcun modo si basava, fondamentalmente, su questo concetto: “se lo sta già traducendo qualcun altro, perché dovrei mettermi a farlo anch’io, gettando via tempo che potrei dedicare ad altri manga inediti? Chi lo vuole leggere può andare da loro”. Però oggi, bazzicando a caccia di manga, mi sono resa conto di una cosa: nessuno di noi è onnisciente. Certo, esistono siti come MangaCompass che cercano di catalogare tutte le scanlation disponibili, ma quanti non ne conoscono l’esistenza? Io stessa l’ho scoperto solo dopo tre anni di attività e pensavo, ingenuamente, che di siti italiani di scanlation ne esistesse al massimo una manciata. Invece non è così e, se prima di fare un progetto dovessi andare a controllare non solo se qualche gruppo iscritto a MangaCompass l’ha già preso in mano, ma anche googlarlo perché non si sa mai che i traduttori non siano su MC, e poi magari Google non lo trova comunque… apriti cielo! Quanto mi ci vorrebbe?
Poi c’è un’altra considerazione che voglio fare: se un manga mi piace troppo, chissenefrega se qualcun altro ci ha già lavorato. Io lo traduco lo stesso, perché ci tengo.
Certo non mi illudo che chi propone sia conscio che già esiste una versione italiana, ma apprezzi il nostro lavoro talmente tanto da volere che siamo noi a tradurlo; credo, piuttosto, che pur di leggere una serie amata, si arrivi a proporla a cani e porci (io l’ho fatto, ai tempi: appena vedevo qualcuno che accettava suggerimenti, ero lì. Magari non avevo letto niente di loro, ma poteva essere la volta buona). Quindi, se d’ora in poi qualcuno vuole proporre un manga che è già stato preso in mano da un altro gruppo, è il benvenuto: questo non mi fermerà più.

Voci precedenti più vecchie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 37 follower