Il frutto del destino

Eccomi di ritorno con due nuovi capitoli di Mawaru-Penguindrum, nei quali comincia quella che definirei “battaglia finale”, anche se è una cosa più magica che fisica. Finalmente, inoltre, si scopre cosa sia veramente il Penguindrum. Però non è di questo che voglio parlare in questo post, bensì di qualcosa che mi sta profondamente a cuore, ovverosia il mio nuovo blog. Si chiama DramaVisioni ed è nato ormai da quasi un mese, dalla necessità di condividere le recensioni dei drama coreani che guardo, oltre a ricette e esperienze legate alla Corea, al Giappone e all’Asia. È una nuova avventura molto stimolante e personale, in quanto sento di mettere in campo me stessa, mentre invece Mangaland e il TFPA Subbing Team “vendono” un prodotto, manga o sottotitoli che siano. Per questo ogni piccola vittoria è importante, quindi sono contentissima quando vedo anche solo una visita dopo giorni di nulla. Adesso ho anche una follower, perciò potete immaginare come mi senta euforica. Se vorrete passarci, ne sarò profondamente grata. Tra l’altro, credo che sia l’unico sito di recensioni che parla anche dei sottotitoli italiani. Vediamo di distinguerci! 😉

Vi lascio alla lettura dei nuovi capitoli!

Annunci

Il capolinea del destino

Oggi sono qui per testimoniare che ci siamo ancora. Perché al compleanno del 2016 diedi al sito soltanto altri 700 giorni di vita, ma quella data è passata e non abbiamo certo chiuso. Sono soddisfazioni. Quindi vi porto sia due nuovi capitoli di Mawaru-Penguindrum, che uno di Scholar Who Walks the Night. E, spero presto, notizie di The Pale Horse (soltanto in due le hanno chieste, ma proprio per loro ve le darò), una collaborazione, il ritorno in grande stile di ChoHyeri, e nuovi progetti. Restate sintonizzati.

Uno splendido feretro

Quale modo migliore per cominciare marzo che ritirare fuori dal cilindro uno dei nostri progetti interrotti? Soprattutto, poi, se si tratta di quel capolavoro che è Mawaru-Penguindrum? Nessuno, credo. Ebbene sì, riprendiamo una delle nostre serie, anche se non dal punto in cui ci eravamo interrotte, ovverosia dal capitolo 3, bensì… dal 30. A -7 capitoli dalla fine. Può sembrare senza senso e probabilmente lo è, ma dopo aver trovato queste raw lo scorso dicembre non potevo lasciarle lì a marcire senza tradurle, in attesa di un’altamente improbabile comparsa del resto. Considerato, inoltre, che il manga adatta fedelmente l’anime, per riempire il buco sarà sufficiente guardarsi gli episodi dal 2 al 21. Perciò, buona lettura e buona visione!

Su tre progetti inattivi da tempo

Penguindrum1Scrivere questo genere di news non mi piace, ma a volte devo farlo: due nostri progetti, Aikatsu! e Mawaru-Penguindrum vengono interrotti. Il motivo principale è l’impossibilità di trovare le raw su cui lavorare. Per Aikatsu! non mi dispiace granché, mentre per Mawaru-Penguindrum sono davvero spiacente, perché ho adorato l’anime e anche il manga mi stava piacendo. Confido, spero, prego che venga pubblicato in Italia da qualche casa editrice: lo merita davvero. E non escludo che, in futuro, io decida di acquistarlo e riprendere a tradurlo, ma questo sicuramente non accadrà finché continuerà ad essere serializzato in patria. Ho bisogno di sapere quanti volumi sono, e quanto dovrei investire.
Una buona notizia però c’è: Aikatsu! Colorwide Comics sta per ricominciare. Le raw del terzo volume sono appena approdate sul mio hard-disk, tuttavia ci languiranno ancora per un po’ prima che ci metta mano.
Ci sentiamo presto per le nuove release degli altri progetti in corso.

Edit del 05/04: dopo aver dato questa notizia, ho avuto una chiacchierata con Eli, durante la quale abbiamo ricordato nostalgicamente di come Mawaru-Penguindrum avrebbe dovuto essere il “progetto serio” nella foresta di shoujo e majokko che compone il nostro carnet :(. Possa riposare in pace.

Strategia di sopravvivenza

Mawaru-PenguindrumFinalmente sono riuscita a finire il secondo capitolo di Mawaru-Penguindrum! Uff, che faticaccia! Sfortunatamente temo che non arriveranno altri capitoli finché non sarà pubblicato in Giappone il primo volumetto: confido che avverrà entro la fine dell’anno, ma nel frattempo questo progetto resterà un po’ in stand-by. Ad ogni modo, con il secondo capitolo termina l’adattamento del primo episodio dell’anime: devo dire che amo questa fedeltà all’opera originaria, e non vedo l’ora di vedere il seguito, anche se so già come va a finire!