I sentimenti di Nozomi

NozomitremanteQuando ho letto il post di compleanno di Chiyako, nel quale lamentava la mia taccagneria nel concederle un solo capitolo di Yes! Pretty Cure 5, le ho detto «Be’, effettivamente potevo lasciarti anche il 10, lo avevo appena finito». Perché, mentre di 170cm Otomechica ho più da dire quando lo posto, con Pretty Cure c’è sempre un po’ il solito problema della scarsità di argomenti, data la brevità del capitolo. In questo, detto in parole povere, Nozomi si rende conto dei suoi sentimenti per Coco. Mi piace che a esso siano seguiti altri capitoli sulle difficoltà di questa coppia, divisa da status, mondi e specie, perché diciamocelo: Nozomi, alla fin fine, si è innamorata persa di un tanuki, e le reazioni sono ambivalenti. Buona lettura.

Un coordinato che fa innamorare

OtomeNanaoNel numero di febbraio della rivista CiBi, ho letto un articolo interessante sulle proteine del quale voglio condividere il contenuto, riassunto, con voi. Le proteine sono necessarie al corpo per svolgere tutte le sue funzioni e, in particolare, l’essere umano ha bisogno, al giorno, di 1 grammo di proteine per ogni chilo di massa magra. Assumere questa quantità di proteine, però, non basta. Ogni proteina è formata da una combinazione di amminoacidi (ce ne sono venti tipi diversi) ed è di questi ultimi che il nostro corpo ha bisogno per il ricambio cellulare. Nel 19° secolo, lo scienziato François Magendie provò a nutrire dei cani solo a gelatina – che è una ricca fonte di proteine, è economica e senza calorie –, ma notò che gli animali morivano, proprio perché la gelatina conteneva solo in parte gli amminoacidi necessari.

Ma questo cosa c’entra con la release di oggi? Be’, questa storia della gelatina mi ha fatto tornare in mente Otome, che nel capitolo 2 di 170cm Otomechica, provò a dimagrire mangiando solo gelatina, con pessimi risultati. Oggi tocca al capitolo 7, meno uno al finale. Buona lettura.

La strada calpestata dalla rosa

Buon pomeriggio, cari lettori! Finalmente dopo tanto tempo in The Pale Horse arrivano i capitoli che attendevo, quelli che parlano del passato di Adelheid, Lemon e Rose: cosa sarà successo tra loro secoli prima? Bene, ora avremo le risposte. Per la prima volta abbia anche una pagina animata, la numero 30 del capitolo 137: peccato soltanto che il Visualizzatore immagini di Windows Vista non supporti le animazioni, e quindi per vedermela come si deve ho dovuto aprirla con Internet Explorer… una cosa non solo scomodissima da farsi mentre uno legge, ma anche ingiusta nei confronti della povera paginetta che così, se chi sta leggendo non lo sa, rischia di passare per una blanda immagine ferma.
Altra comunicazione di servizio: di solito quando ci sono i flashback edito le battute con un font diverso, nello specifico Blambot Custom. In questi capitoli e nei successivi non l’ho fatto: è vero che il passato e il presente si alternano e un font diverso per le due situazioni aiuterebbe a distinguerli, ma 1) come lettrice, un intero capitolo in Blambot Custom non è una gioia per gli occhi, e 2) come editore, un intero capitolo in Blambot Custom non lo reggo perché il maledetto non supporta i caratteri accentati. Perciò ho deciso di mandarlo in pensione e sostituirlo con uno diverso: suggerimenti?

La fata che è in me

Otomechica6Buon giorno di Marte, lettori e lettrici! Sono fiera di pubblicare oggi il capitolo le cui prime pagine mi hanno portato a fare 170cm Otomechica: è il capitolo 6 e l’ho subito riconosciuto appena l’ho aperto. Cosa posso dire? Ho scoperto che è il mio preferito di tutta la serie, con il titolo più bello, e una storia commovente nella quale Sakura Megu dimostra ancora una volta la sua espressività con dei bellissimi volti dei personaggi ❤ ❤ ❤ . Si continua con la sfida partita alla fine del capitolo precedente, che vede le partecipanti alla seconda selezione dei Cinderella Girl Awards dover scegliere abito e trucco adatti a una vera fata. Buona lettura. Ormai siamo alla fine…