Verso un futuro splendente di musica

CrescendoCureMelodyOggi mi ritrovo a mettere la parola “fine” a due serie: il drama Empress Ki questo pomeriggio e Suite Pretty Cure su Mangaland, di cui oggi escono le due puntate conclusive. È un altro capitolo del Pretty Cure Project che si chiude e l’ultimo intero, perché per le serie seguenti ci manca sempre il tredicesimo capitolo conclusivo. Ma pazienza, ormai ci siamo messe il cuore in pace.

Con un po’ di anticipo rispetto alla realtà, per Hibiki, Kanade, Eren e Ako è arrivato il Natale, e l’occasione migliore per fare festa è l’annuale concerto della città di Kanon, al quale le nostre contribuiscono distribuendo cibo e bevande al pubblico, vestite da Babbo Natale. Le forze del male, però, non conoscono riposo o festività e arrivano a rovinare tutto. Da qui parte la battaglia finale contro Noise per impedirgli di portare a termine il suo piano di distruggere la musica e far calare il silenzio in tutto il mondo. Una battaglia che è forse più tranquilla e meno spettacolare di quelle dateci dalle serie precedenti, ma che comunica ancora una volta i valori delle Pretty Cure: portare la felicità sul volto della gente e preservarla. E, visto che in Suite è la musica a legare indissolubilmente le vite e i rapporti delle persone – anche delle quattro protagoniste – è un dato di fatto che sia proprio la musica il simbolo della felicità e che debba essere pertanto salvata a tutti i costi. Quando mi sono ritrovata a tradurre l’ultimo capitolo, ho voluto per curiosità andare a vedere gli ultimi episodi dell’anime per un confronto, e devo dire che il carico emotivo è davvero pesante, infatti mi sono commossa; i motivi delle azioni di Noise, poi, sono spiegati davvero bene e in modo più completo rispetto al manga, aiutandoci a comprendere maggiormente la versione cartacea.

Vi lascio dunque al finale e ci vediamo presto con la prossima serie di Pretty Cure!

Noise

Pii-chanMancano solo altri due capitoli prima della fine di Suite Pretty Cure e quasi non ci credo. Purificato Mephisto e rivelata la vera identità di Cure Muse, che cosa possono aspettarsi ora le quattro Pretty Cure? Di certo non rose e fiori perché c’è un nemico ancora più potente alle porte che si sta per risvegliare, la mente dietro tutto ciò che Minor Land e Mephisto hanno fatto finora: Noise. E Otokichi lo sa bene, avendo combattuto contro di lui tanti anni prima (ma com’è affascinante la versione giovane di Otokichi che compare in questo capitolo!). Condivido l’opinione di Hibiki secondo cui il Trio the Minor, ogni volta che compare, è sempre più atroce: il loro aspetto cambia in continuazione! A parte questo, godetevi il capitolo, davvero ben strutturato.

Muse si toglie la maschera

MephistoMephisto ha deciso che i suoi subordinati fanno schifo e scende in campo in prima persona ad affrontare le Pretty Cure. Che ovviamente si dimostrano troppo deboli per far fronte al grande boss. Ma sarà davvero Mephisto il vero nemico? Il capitolo 10 di Suite Pretty Cure è un colpo di scena a ogni pagina! Finalmente si scopre l’identità di Muse, e si gettano le basi per il rush finale della serie! Non perdetelo!

Alla fine c’è anche un messaggio speciale delle autrici, nel quale ricordano il terremoto avvenuto nel 2011.

Crescendo Tone e lo Healing Chest

UneCrescendoToneCureMusendo le forze, le tre Pretty Cure sono riuscite a strappare a Minor Land il potente manufatto Healing Chest, in cui risiede lo spirito che crea ogni suono, Crescendo Tone. Ovviamente Mephisto non è affatto contento che le nemiche siano ora in possesso di un potere così grande e manda il Trio the Minor a rubare lo Healing Chest.

Il capitolo 9 di Suite Pretty Cure segna il punto di partenza per l’arco narrativo di Cure Muse, restate sintonizzati!

Ascolta il battito del cuore

MookSecondo il mio calendarietto, il capitolo 8 di Suite Pretty Cure doveva uscire ieri, ma ho sottovalutato l’impegno richiesto per le schede dei personaggi e il riassunto all’inizio del capitolo. Però, dai, un giorno di ritardo è accettabile. (A proposito, se non volete rovinarvi la storia, NON guardate neanche le schede dei personaggi, ma iniziate direttamente da pagina 3. A meno che già non sappiate tutto…)

Seiren, prima buona-diventata-nemica, si è ora trasformata in una Pretty Cure. Ovviamente il suo cuore è turbato dal cambiamento e sente di non essere all’altezza di questo compito; come può, infatti, una persona dal cuore debole che ha iniziato a odiare la sua migliore amica – Hummy – e la cosa che amava di più – la musica – tanto da unirsi alle forze del male cominciare d’ora in poi a difendere quello che fino a poco prima cercava di distruggere? Il senso di colpa spesso ci impedisce di agire e ci lascia a commiserarci, ma, se solo si riuscisse ad andare oltre la paura e cogliere un’occasione di riscatto – offerta da altri o creandocela da noi –, di certo si riuscirebbe a fare ammenda per tutto il male commesso. E, sempre, ascoltando il battito del nostro cuore…