Amici per sempre

HinatalafeniceTre settimane fa ho scritto il messaggio di buon compleanno per il TFPA Subbing Team. Due settimane fa chiyako mi informa che probabilmente non avrebbe mandato fuori niente per il compleanno di Mangaland, e che quindi questo post commemorativo sarebbe toccato a me. “Ah”, penso. Bene, più o meno. Cosa scrivo? (Il papiro!)

Intanto, sono passati sette anni da quando abbiamo aperto. Tra alti e bassi della vita quotidiana, un po’ come il grafico globale delle nostre visite, tante serie si sono dipanate in questa terra dei manga, giungendo a una fine naturale o prematura (per fortuna queste ultime sono poche) e lasciando il posto a nuovi virgulti. Alcuni ci fanno ancora compagnia, altri no, ciao ciao, abbiamo finito anche quelli.
… Solo io ho l’impressione di star scrivendo un necrologio? Oggi mi va così, ma non sto per dirvi che Mangaland chiude. Tutt’altro.

Il nostro sito prende il nome da un gioco da tavolo inventatoci di sana pianta alle medie con nostra cugina, un’avvincente caccia al manga nelle fumetterie di otto isole disperse nell’oceano, con tanto di Mangabauli per conservare gli acquisti, Mangamonete, imprevisti, gadget in palio e pure vendibili, e corsa finale per l’autografo di un autore (qualcuno conosce il gioco da tavolo Harry Potter – Diagon Alley?).

Ho iniziato il mio viaggio in questi lidi con Pretty Cure, e ancora oggi vado avanti con questa grande saga, portandovi un altro tassello, ovverosia il secondo film di Pretty Cure Max Heart, che ho comprato a fine luglio. Per chi fosse interessato, le raw sono accessibili da About > Raw.

Sarò anche monotona, ma vi sfido a trovare tanta fedeltà da altre parti: qui lo dico e lo ribadisco, andrò avanti con il Pretty Cure Project finché ci sarà ancora qualcosa da tradurre, e posso dire che non smetterò presto, vista la longevità della serie e il proliferare degli e-book che rendono la diffusione e il reperimento delle raw molto più semplice rispetto agli anni passati. Per dire, ci sono Mahō tsukai Pretty Cure! e Kirakira ☆ Pretty Cure À La Mode già in attesa sull’harddisc, oltre ai primi capitoli di HUGtto! Pretty Cure.
Certo, ogni tanto qualcosa di nuovo l’ho infilato, con soddisfazione mia e dei lettori, e infilerò anche in futuro: quest’anno ci sarà un grande ritorno, spero gradito, che mi sono fatta regalare a Natale e deve ancora passare per lo scanner. Piano piano ci arrivo. Sto trovando un po’ difficile rimettermi in pista con Mangaland, ritornare a giostrarmi tra manga e sottotitoli per il TFPA, che si era preso un bel po’ di spazio negli ultimi mesi. Ma non sono da sola, e la nostra intenzione è sempre quella di andare avanti il più possibile, con gioia e passione, per tanti anni a venire, che poi farne una stima mi sa che è una causa persa. Per ora che finisco quelle poche serie che ho deciso di fare, Mangaland inizia a studiare le frazioni alle medie…

E chiyako? Al 30 ha trovato una storia breve (sei pagine) di Tokyo Mew Mew e ha deciso di fare questa per il compleanno, quindi buona lettura. In futuro, anche lei la vedo impegnata per portare avanti le serie in corso, finire ciò che era rimasto indietro, svuotarci megabyte occupati da serie ancora intonse che stanno facendo la muffa. Insomma, siamo sicure che questo sia il settimo compleanno e che non stiamo invece cominciando tutto oggi? A volte il tempo vola tanto che sembra di non essersi mossi affatto, di essere stati teletrasportati avanti. Tipo, per inciso, in realtà sto scrivendo questo post alle 19 del 23 aprile (salvo la parte di Mew Mew, ovviamente aggiunta in seguito). Come quello per il TFPA è venuto fuori il 14 febbraio, due mesi prima. Quando si parla di proiettarsi in avanti…

Tanti auguri, Mangaland, e grazie a tutti i nostri fedelissimi che l’hanno reso possibile e ai nuovi lettori che ci scoprono oggi! Grazie per sette.

 

Annunci

La separazione intensifica l’amore

separazioneBuon lunedì a tutti! Mi piace il lunedì perché è l’inizio di una nuova settimana, ma per me – almeno al momento – è ancora vacanza e posso dedicarmi per un altro giorno solo ed esclusivamente a ciò che mi piace, come tradurre manga. A questo proposito, si chiude oggi Pretty Cure Max Heart con l’undicesimo e ultimo capitolo della serie. Nagisa, Honoka, Hikari, Shiho e Rina si ritrovano sulla spiaggia a tirare le somme dell’anno appena passato, dato l’imminente diploma delle medie per quattro di loro, e confidano sentimenti e speranze a una conchiglia/capsula del tempo. Spero che quest’ultimo capitolo vi piaccia quanto è piaciuto a me; intanto, la serie va archiviata in attesa di trovare i capitoli 4 e 5, e magari anche il secondo film. Confido che un giorno Pretty Cure Max Heart tornerà e che quindi questa sia solo una separazione momentanea, la quale, come recita anche la maglietta di Nagisa nel capitolo, intensifichi il vostro amore per queste nostre protagoniste.

Un pupazzo di neve per Akane

cartolinaBuon venerdì, lettori! Stamattina volevo restarmene un po’ a letto a poltrire, visto che fa freddo e fuori scende pure un leggero nevischio, ma mi sono alzata lo stesso, sia perché alla fine non sono il tipo che dorme oltre le 9.30, sia perché devo postare il capitolo 10 di Pretty Cure Max Heart. Pubblicato nel lontano gennaio 2006, a Tokyo ha nevicato e Nagisa è contentissima di poter giocare a palle di neve, ma il programma viene accantonato quando, andate a chiamare Hikari e la signorina Akane, scoprono che quest’ultima si è ammalata. Parte quindi la missione di farle tornare il buonumore, condita dalla lezione di Honoka sui pupazzi di neve. Spero che voi non abbiate beccato malanni di stagione, e che il nevischio qui fuori la smetta di assomigliare sempre di più a della neve vera. Buona lettura.

La Cenerentola del Tako Cafè

hikaricenerentolaVi siete mai chiesti come sarebbe ambientare Cenerentola a Natale? Ebbene, è proprio quello che fa il capitolo 9 di Pretty Cure Max Heart, nel quale la fiaba più amata in Giappone e nel mondo viene portata a Tokyo, tra le bancarelle e le luci natalizie, per far passare a Hikari un magico e romantico primo Natale. Ed è così che, oltre a una dolcissima Hikari nel ruolo della principessa, troviamo Honoka la strega, Akane la sorellastra, Nagisa la sceneggiatrice… E il principe? Provate a indovinare… Questo capitolo mi ha molto ricordato quello di ARIA sulla Befana, anche se ognuno genera sentimenti diversi e ha scopi differenti. Penso che andrò a rileggermelo, intanto vi auguro buona lettura.

Doppio otto

sacerdotessamirageCari lettori e care lettrici, vi do anch’io il benvenuto in questo 2017. Quale modo migliore per farlo che pubblicare due capitoli, come ha fatto Chiyako pochi giorni fa con The Pale Horse? Il primo è il capitolo 8 di HappinessCharge Pretty Cure!, che ci apre le porte, finalmente, sul passato di Mirage e i suoi trascorsi con Blue, trascorsi traumatici per Megumi, che diventa così vittima di Phantom e di se stessa. La storia di Mirage mi ricorda quella della nemica di Pretear, una bella storia che, se ci riuscite, vi consiglio di recuperare. È molto struggente, e uno di quei manga che ricordo con piacere.

Il secondo è di nuovo un capitolo 8, ma di Pretty Cure Max Heart. Anche qua abbiamo toni malinconici, cone Nagisa che, in occasione del suo compleanno, pensa all’inevitabile allontanamento che si verificherà, con la crescita, tra lei e le sue amiche più care. Come le dice Honoka, però, è un passaggio che tutti nella vita dobbiamo affrontare.

Bene, anche per oggi è tutto, vi lascio a questi nuovi capitoli e buona lettura.