Non la solita Cenerentola

CureHappyRintocchino le campane a festa, suonino le fanfare, squillino le trombe! Oggi vi porto il mio capitolo preferito di Smile Pretty Cure!, il numero 11, dedicato a Cenerentola. Non voglio dirvi nulla, quindi, per occupare questo spazio, ho deciso di raccontarvi la storia di Cenerentola secondo i fratelli Grimm: dopo la morte della moglie, il padre di Cenerentola si risposa, ma le due sorellastre trattano male la ragazza, costringendola a fare i lavori di casa, mentre il padre di lei è in viaggio. Da uno di questi viaggi, l’uomo porta a casa alla figlia un ramo di nocciolo, che Cenerentola pianta sulla tomba della madre e dal quale si sviluppa un bell’albero.

Quando il re annuncia una festa della durata di tre giorni per trovare moglie al figlio, Cenerentola chiede alla matrigna di poter partecipare, ma la donna le dice che prima deve raccogliere in due ore il piatto di lenticchie che ha gettato nella cenere; la ragazza ce la fa grazie all’aiuto degli uccellini, e allora la matrigna le dà un’ora per due piatti, ma Cenerentola ci riesce lo stesso: tuttavia, la matrigna le nega di andare al ballo. Cenerentola corre dunque al nocciolo a chiedere aiuto e gli uccelli dai rami le buttano un vestito.

Andata al ballo, la ragazza attira l’attenzione del principe, ma, quando lui le chiede dove abiti, lei scappa e torna a casa senza farsi scoprire. Nelle due sere successive, la ragazza riceve un abito sempre più bello e scappa ancora via dal principe, ma all’ultima sera una delle sue scarpette d’oro rimane incollata alla scalinata perché il principe l’ha cosparsa preventivamente di pece. Il principe passa in tutte le case a far provare la scarpetta alle ragazze, finché non arriva da Cenerentola: le due sorellastre provano a calzare la scarpa tagliandosi una un dito, l’altra un pezzo del tallone, ma gli uccellini fanno notare al principe l’inganno delle due ragazze. Quando poi la scarpetta calza al piede di Cenerentola, i due si sposano e al matrimonio gli uccelli cavano entrambi gli occhi alle sorellastre. Che bel finale.

Annunci