La sposa della volpe

HijiriBuon San Valentino, cari lettori! Visto che ho scritto questo post due anni fa, quando ho deciso di fare la serie, non voglio buttarlo via, quindi vi racconterò di come sono entrata in possesso del primo capitolo la prossima volta. Ma ora, iniziamo!

Oggi Mangaland comincia un nuovo manga, Tsuiteru-ne, Hijiri-chan (Che fortuna, Hijiri) di Natsumi Ando. L’autrice è specializzata in shojo, spesso con un po’ di magia, e delle sue opere in Italia sono arrivate solo Zodiac Detective (2001-2003) e Wild Boy (2003-2004), entrambe edite dalla Play Press nel 2007. Mangaland al momento ha tradotto il oneshot Essere connessi – Il mondo nel palmo della mano, che potete scaricare qui. La Ando è diventata nota con Kitchen no Ohime-sama (La principessa della cucina, 2004-2008), vincitore del Kodansha Manga Award 2006, e ARISA (2009-2012), mentre la sua ultima opera conclusa è Waltz no ojikan (Tempo di valzer, 2013-2014). Tsuiteru-ne, Hijiri-chan è stato pubblicato nel 1998 in Giappone (quindi è bello vecchio), ma è arrivato anche in Cina e Indonesia, e consta di cinque capitoli, più due extra. Ma di cosa parla? La giovane Hijiri è un’adolescente come tante che un giorno scopre che, quando era bambina, promise a un kitsune – uno spirito volpe – di sposarlo. Il kitsune, di nome Gin, è ora arrivato a prendere la sua promessa sposa, che però è riluttante: Gin incontrerà quindi delle difficoltà nel tentativo di conquistare Hijiri, come in ogni shojo che si rispetti. Per scoprire cosa succederà, dovete solo seguirci! Buona lettura!

Annunci